Qual è la differenza tra Damigella D’Onore e Testimone di Nozze?

La Testimone Di Nozze è da sempre la migliore amica o una parente stretta della sposa, ad esempio la sorella o una cugina, ed è questo, il medesimo legame che lega la Damigella D’Onore alla sposa. In realtà ciò che costituisce la reale differenza tra le due figure è il ruolo maggiormente attivo e partecipativo, che la Damigella D’Onore riveste rispetto alla Testimone Di Nozze. In America e nei paesi anglosassoni spesso il ruolo coincide e le Damigelle sono anche le Testimoni.

Vediamo meglio nel dettaglio i compiti e le mansioni di entrambe le figure:

La Damigella D’Onore  è gia dagli Egizi che ha origine la sua figura .

 

A quel tempo si credeva che le spose fossero mal volute dagli spiriti maligni e, per evitare che questi riconoscessero la giovane nubile, le amiche della futura sposa usavano vestirsi con abiti simili a lei, in modo da depistare i malefici degli spiriti.

La medesima usanza si ritrova anche nell’antica Roma. Ma fu durante il medioevo che questa figura ha avuto più forza e si è istituzionalizzata in tutta Europa, trasferendosi più tardi al continente americano con la scoperta dell’America, infatti, le damigelle adulte appartengono alla tradizione anglosassone, consolidate nell’800 e dove prendono il nome di Bridesmaids.

 

 

Ma veniamo ad oggi, la Damigella D’Onore affianca la futura sposa in ogni singolo preparativo matrimoniale, la aiuta, la consiglia, la supporta nei momenti di maggiore tensione e stress. Partecipa alla scelta dell’abito ma non solo, la sua funzione di supporto si estende anche al giorno delle nozze. E’ lei che si occupa di aiutare la sposa a vestirsi, la segue durante la fase del trucco e dell’acconciatura, è lei che durante tutta la cerimonia ed il ricevimento, terrà come fosse uno scrigno preziosissimo, una piccola pochette col kit di emergenza e con tutto il necessario per far sì che il make up della sposa resista alle lacrime, agli auguri ed ai mille baci! Prima dell’ingresso della sposa per la cerimonia, dovrà occuparsi di sistemarle l’abito e il velo. Potremmo dire che l’amica o la parente da voi prescelta per rivestire questo ruolo, diverrà il vostro angelo custode sia prima che durante le vostre nozze e poi sino alla fine, ma proprio la fine, dei festeggiamenti …. Sarà infatti proprio in questo momento, che vi aiuterà a distribuire le bomboniere  a tutti gli invitati! Le Damigelle possono raggiungere il numero massimo di otto e vengono scelte dalla sposa tra tutte le amiche o parenti intime, ma in ogni caso la Damigella d’Onore è comunque una sola! Delle precise regole del galateo anglosassone disciplinano le modalità del loro ingresso per la cerimonia, se sono in numero pari procederanno per coppia, se sono in numero dispari una sola aprirà il corteo (quella d’Onore) e le altre procederanno in numero di due alla volta. Altro compito della Damigella D’Onore è quello di gestire le Damigelle più piccole ed i Paggetti. Affidate questo ruolo a bambini che già vi conoscono e con cui avete un rapporto di parentela o affetto, in modo che si sentano a loro agio e abbiano voglia di partecipare e di svolgere le mansioni che vorrete riservargli. L’età ideale per ricoprire il ruolo di Damigellina o Flower Girl e Paggetto è compresa tra i 4 e i 10 anni, sconsiglio i più piccini perché si sa, i bambini sono piuttosto imprevedibili, soprattutto quando si trovano al centro dell’attenzione davanti a molte persone che non conoscono. Coinvolgeteli giorni prima della cerimonia, fategli vivere questo loro “compito” come un gioco divertente.  La loro funzione è prettamente estetica, ad eccezione che ad uno dei Paggetti o Damigelline perché è affidato l’importante compito di portare  il cuscinetto porta fedi, su cui sono appoggiati gli anelli nuziali. Infine, non meno importante, alle Damigella D’Onore spetta l’organizzazione dell’addio al nubilato (da omaggiare alla sposa in collaborazione con le altre damigelle!).  Per quanto riguarda  il look di solito è scelto dalla sposa stessa, proprio perché deve essere coordinato con il suo abito o con il tema delle nozze.

Da galateo il costo degli abiti è sostenuto dalla famiglia della sposa ( e proprio grazie a questo che a loro non è necessario riservare un regalo più importante), la quale insieme alle damigelle adulte ed alle mamme dei paggetti e damigelline decideranno che tipo di abito dovranno indossare, il taglio, la lunghezza e in particolare gli accessori. Spesso, infatti, si opta per abiti dalle linee semplici, rigorosamente tutti dello stesso colore o nuance simili, puntando sugli accessori come: fascette, coroncine, spille, scarpe, cinture ecc. ecc., tutti abbinati perfettamente al mood dell’evento.

 

La Testimone Di Nozze, “dalle nostre parti”, appare molto più discreta. La sua partecipazione emotiva, attiva e di supporto alla sposa, è innegabile, riveste un ruolo altrettanto importante rispetto a quello della Damigella D’Onore, ma questo avviene in modo più riservato e istituzionale. Inoltre non rientra nella nostra tradizione, che la Testimone, come invece fa la Damigella D’Onore, distribuisca i confetti e le bomboniere assieme agli sposi. Non è assolutamente concesso alla Testimone Di Nozze di aprire il corte nuziale  e non è tenuta ad occuparsi di Damigelline e Paggetti. Il suo ruolo è sì di partecipazione, ma la sua figura non appare così protagonista come quella della Damigella D’Onore. Il ruolo del Testimone di Nozze è importante e delicato: chi viene scelto deve essere orgoglioso dell’onore che riceve e dovrà assumersi l’impegno che non è unicamente quello formale, ma soprattutto la responsabilità di aiutare la coppia nella loro crescita e nella vita.

Per legge il Testimine è OBBLIGATORIO e ne basta uno solo a testa, ma non c’è un numero stabilito, in linea di massima saranno da due a quattro e non per forza dello stesso numero per parte.  Per tradizione, i Testimoni di Nozze dovranno fare alla coppia di sposi un regalo importante, distinguendosi così dagli altri invitati, come forma di ringraziamento dell’incarico che è stato loro assegnato. È usuale infatti, secondo il galateo del matrimonio, che uno dei testimoni regali alla coppia le Fedi, la cui scelta spetta comunque ai futuri sposi.

Per quanto riguarda il regalo da fare ai Testimoni, gli sposi si trovano spesso in difficoltà sapendo che un ruolo così importante deve essere coronato da un regalo altrettanto importante. In alcune regioni il regalo per i testimoni sarà una bomboniera analoga a quella che si è scelta per gli altri invitati, ma più grande e preziosa e verrà consegnata, in modo ufficiale, alla fine del ricevimento di nozze.

Se il testimone è donna e si vuole optare per un regalo più “moderno”,

si potrebbe pensare ad un week end in un centro benessere o in una città d’arte. Se non si vuole osare, la scelta ricadrà invece sui classici gioielli tanto amati dalle donne, magari da personalizzare con il nome. In questo caso potrà essere consegnato qualche giorno prima e se la vostra Testimone avrà piacere (…e lo farà ve lo assicuro!!!) potrà indossarlo proprio il giorno delle nozze.

Se il testimone è uomo l’attenzione deve essere sempre incentrata sui suoi gusti. Se è uno sportivo, un’idea davvero divertente è quella di regalare un cofanetto all’interno del quale potrà scegliere uno dei molti sport proposti: dalla vela al paracadute, dal giro in mountain bike al rafting. Oppure si può optare per la tradizione e regalare un gioiello o un orologio (in questo caso anche a lui potrà essere consegnato qualche giorno prima) o anche un oggetto tecnologico.

Ovviamente una figura non esclude l’altra! Anzi spesso Testimone di Nozze e Damigelle sono amiche o parenti. In tal modo la Sposa potrà coinvolgere per il giorno delle sue nozze più persone a lei care assegnando ad ognuna un compito diverso!!!

Buon lavoro!

Melania Millesi Wedding Planner

 

 

Leggi anche http://www.melaniamillesi.it/?p=1869 (Piccoli Cadeau de Mariage)

http://www.melaniamillesi.it/?p=1352 (Il Corteo Nuziale)

 

Visita la mia pagina facebook  https://www.facebook.com/weddingepartyplanner/?ref=aymt_homepage_panel