Una volta stabilita la data del matrimonio, possiamo provvedere ad Inviti e Partecipazioni. Ma distinguiamo subito le due cose …

Anche se pensate ad una cerimonia con pochi intimi, avete l’obbligo di mandare la partecipazione a tutti coloro con i quali avete relazioni di affetto, parentela e conoscenza. Può capitare che qualcuno confonda la partecipazione con l’invito e si faccia trovare al vostro ricevimento… mettetelo in preventivo!

Con la partecipazione si annuncia alle persone care il vostro cambiamento di stato civile, la vostra unione. Chi la riceve invierà un breve biglietto di auguri o un telegramma. Poche parole, semplici, dirette ad entrambi gli sposi. Se insieme alla partecipazione arriva l’invito si fa riferimento al ricevimento che seguirà la cerimonia. In questo caso chi lo riceve è tenuto ad avvisare il prima possibile della propria presenza.

PS: Se avete tra coloro che dovrete informare della vostra unione, persone particolari che non desiderate mettere in imbarazzo o scomodare, basterà spedire la partecipazione il giorno stesso delle nozze, in modo che siate comunque voi e non altri a darne l’annuncio.

Negli ultimi anni si e’ diffusa l’usanza di inviare un Save the Date alcuni mesi prima degli inviti veri e propri. E’ un modo per agevolare gli invitati, soprattutto se risiedono all’estero e hanno bisogno di piu’ tempo per organizzare il viaggio.

Spesso il save the date, e addirittura anche inviti e partecipazioni, vengono inviati in formato elettronico, ma e’ una modalita’ molto informale e del tutto lontana dalle regole del galateo.

Le partecipazioni e gli inviti di tipo classico vanno stampate in semplici caratteri corsivi. Dedicate la vostra attenzione alla qualità della carta, alla sua consistenza, al taglio e fattura, al colore, ai caratteri della stampa ed alla loro eleganza!!

Per quanto riguarda le buste, gli indirizzi vanno scritti rigorosamente a mano  in basso a destra. Puo’ essere molto elegante l’utilizzo di un calligrafo professionista.
Se la busta si intesta alla “Famiglia” si ritiene invitata appunto tutta la famiglia. Se invece si vuole invitare solo alcuni membri, allora va specificato a chi si rivolge l’invito.
Nel caso delle coppie, va segnato prima l’uomo e poi la donna.

Lo stile degli inviti anticipa quello del matrimonio e dice molto sul tenore dello stesso….!!! (Sceglieteli con cura e, se possibile, anche i libretti messa e i bigliettini delle bomboniere andrebbero in coordinato)…

Di norma la partecipazione “storica” riporta i nomi dei genitori della sposa sul lato sinistro e quelli dei genitori di lui sul lato destro  che annunciano il matrimonio della figlia e del figlio (solo il nome) con nome e cognome dello sposo e della sposa.

Se sono gli stessi sposi ad annunciare le nozze va scritto a sinistra nome e cognome dello sposo ed a destra quello della sposa. Al centro del cartoncino si deve indicare data, ora e luogo della cerimonia nuziale e a piè di pagina in caratteri più piccoli gli indirizzi delle famiglie con eventualmente al centro quello nuovo degli sposi.

 

…il galateo suggerisce di omettere titoli e onorificenze di qualunque tipo, tanto più se una delle due famiglie è meno nobile o “dotta” dell’altra. La partecipazione non è un biglietto da visita professionale o un attestato di laurea, ma un gesto per ricordare e farsi ricordare.

L’invito al ricevimento si fa allegando alla partecipazione un cartoncino, dello stesso tipo di carta, più piccolo stampato con gli stessi caratteri.

NB: La busta non deve contenere nient’altro (al limite una piccola mappa se il luogo del ricevimento è difficile da raggiungere). Vietati bigliettini con l’indicazione della lista di nozze o, ancora peggio, il conto corrente o l’IBAN degli sposi!!!!!!!!

Le partecipazioni vanno inviate con almeno 2 mesi di anticipo, se accompagnate dall’ invito, altrimenti bastano 10 giorni prima delle nozze.

Anche se vi siete premurati di specificare che è gradita la conferma, non aspettatevi un fiume di telefonate, ma armatevi di santa pazienza e iniziate a richiamare gli invitati uno per uno, segnando mano a mano accanto al nome la risposta data. Ma dato che l’animo umano è instabile, preparatevi a un secondo giro di telefonate 15-10 giorni prima della data, lo scenario potrebbe cambiare.

Un suggerimento: agli indecisi dite chiaramente che dovete definire la distribuzione dei posti a sedere ed il relativo Tableau de Mariage, sollecitando una risposta certa!

Buon Lavoro!!!

Visita il mio sito web http://www.melaniamillesi.it/

…e la mia pagina Facebook … https://www.facebook.com/weddingepartyplanner?ref=hl

Melania Millesi WP