Questo è il terzo ed ultimo articolo della mia ricerca per spiegare la differenza tra Stile, Mood e Tema riferito chiaramente al Matrimonio.

Nel primo articolo ho solo elencato per definizione la differenza tra questi termini  http://www.melaniamillesi.it/stile-mood-e-tema/ , nel secondo articolo ho parlato nel dettaglio degli Stili più conosciuti ed usati http://www.melaniamillesi.it/qual-e-lo-stile-delle-tue-nozze/,  in questo parlerò del Mood e come si interpreta un Matrimonio a Tema.

“Il MOOD  letteralmente tradotto è uno stato d’animo, disposizione o umore”. Più attinente al nostro argomento, “è l’Atmosfera o Clima che si riesce a creare e quindi a trasmettere”. il MOOD è l’insieme di emozioni e sensazioni, creati dagli elementi, atti a dar vita all’atmosfera che gli invitati vivranno il giorno delle nozze.

STILE e MOOD sono strettamente correlati tra di loro e presenti sotto forma di dettagli, colori, decori, fiori e elementi, devono essere percepiti, respirati e visti, tutta l’ambientazione e l’atmosfera deve rievocare ciò che gli sposi vogliono esprimere ed è tutto l’insieme che rende un evento “perfetto e ben studiato”, l’importante è che non sia mai eccessivo, ostentato o peggio ripetitivo e monotono!

Uno step importantissimo è la scelta dei colori, i quali vanno studiati ad hoc!

E’ necessario stabilire la palette cromatica per l’abito, i tessuti, i nastri, i fiori, gli accessori e gli allestimenti in generale, per completare il tutto in perfetta armonia. In questo PANTONE è un eccellente alleato, inoltre ogni anno suggerisce i colori di tendenza, ad esempio Il 2014 è stato l’anno dei matrimoni color Tiffany, il 2016 è la volta dei colori  Rose Quartz e Serenity.

 

 

 

 

 

In sintesi bisogna abbinare colori ed elementi per definire il MOOD che potrà quindi essere sofisticato, romantico, informale, lussuoso ecc. questo caratterizzerà il vostro matrimonio ed il timbro che vorrete dargli, il quale insieme al vostro gusto o STILE che più vi rispecchia farà da cornice al periodo che avete scelto per convolare a nozze.

 

“Il TEMA è la Materia, l’argomento, il soggetto di un ragionamento, il motivo ispiratore di un’opera d’arte, di un singolo autore, di una corrente artistica, è l’argomento di un discorso o di uno scritto”. Per spiegarlo meglio facciamo degli esempi più concreti a riguardo: l’amatissimo tema mare, perfetto per una location in spiaggia o per località marine, oppure lasciarsi ispirare dal cioccolato, dal caffè, dal the, dal vino o da un colore di tendenza ecc. questi i temi generici. Altrimenti si può optare per un tema più specifico ad esempio dal cinema all’arte, dalle pietre preziose ai fiori, oppure scegliere un tema legato al luogo in cui si vive o che rievoca un ricordo legato alla coppia, o dalla stagionalità, o da un frutto ed ancora dagli interessi personali alle passioni. Sono tantissimi gli elementi o gli oggetti che possono ispirare il TEMA, insomma la fantasia non ha limiti!

 

 

Ma è importante sapere che il matrimonio NON deve necessariamente avere un TEMA! … e già!

 

 

 

 

Bisogna comunque distinguere tre diverse tipologie di “matrimonio aTEMA

1. Il TEMA è focalizzato solo in alcuni elementi come il Tableau de Mariage con segnaposti in coordinato, menù, Photo Booth, bomboniere o petit cadeau, i quali però devono essere ricercati ed originali, integrati perfettamente allo STILE ed al MOOD dell’evento per non scadere mai nel banale o nell’eccesso. Questo in Italia è sicuramente il più “comune” ma se ben fatto e studiato sull’ individualità degli sposi risulta davvero molto piacevole e interessante per gli invitati.

 

 

 

 

2. Ma ci sono dei matrimoni “particolari”, è il caso in cui il TEMA diventa l’elemento dominante di tutto l’evento e gli invitati ne fanno parte! Molto frequenti in America (ovviamente!), in questo caso già dall’invito è espresso il tema con indicazioni sul Dress Code ma non vuol dire che bisogna organizzare una festa in maschera, perché è pur sempre un matrimonio, tutti  saranno invitati, ma non obbligati, ad indossare un tipo di abbigliamento e a condividere lo spirito della festa da voi scelto. Per fare qualche esempio, anni ’20 o anni ‘50, Western, Rockabilly, Ottocentesco o Hippy!

 

 

 

3. Altra tipologia di matrimonio a TEMA è quando tutti gli allestimenti servono a ricreare una determinata ambientazione, già dall’invito si intuisce qualcosa, ma il Dress Code non è specificato. Qualche esempio? Alice nel paese delle meraviglie (che sta spopolando negli States!) tema adattissimo per un matrimonio pomeridiano, oppure il Circo, l’ambientazione Medievale, un bosco Fiabesco ecc.! E’ chiaro che in questo caso lo studio degli allestimenti dev’essere ricercato e curatissimo, tutti gli elementi devono rievocare epoche o soggetti propri del tema che si vuol rappresentare, dove gli invitati si vedono catapultati in una realtà creata solo per loro e sono sia protagonisti, insieme agli sposi, che spettatori … e qui il budget la fa da padrone!

 

Ma come ho già detto in un mio blog precedente, è evidente che l’interpretazione soggettiva di ogni Stile, Mood e Tema è ciò che fa di un matrimonio il matrimonio!

Tutte le immagini sono prese dal web

Melania Millesi WP