FOLLOW US

SEARCH SITE BY TYPING (ESC TO CLOSE)

it
en

Skip to Content

Category Archives: Weddings

Corso Formativo 21/25 Ottobre

Felicissima e pronta ad iniziare!

Anche quest’anno terrò il mio Corso per Wedding Planner, in programma dal 21 al 25 ottobre a Catania. Sarà un percorso formativo – professionalizzante, completo di parte teorica e pratica, impreziosito dalla Partecipazione Straordinaria di Cira Lombardo Wedding Planner and Event Creator di fama nazionale e internazionale, prevista per l’intera giornata di domenica 25 ottobre.

 

  

READ MORE

A Veg-Wedding Story

Se il matrimonio è un’esperienza che non conosce confini, molte volte questi corrispondono con quelli della nostra isola. Infatti la Sicilia si conferma come destinazione prediletta dalle coppie di futuri sposi, non solo stranieri, ma soprattutto italiani. Questa tendenza si unisce ad un altro trend in continua ascesa, il matrimonio vegano. È un binomio speciale che ho sperimentato in prima persona per realizzare delle nozze molto intime per 19 persone, tutte italiane. Data le caratteristiche ben definite e inedite, il lavoro di ricerca dei partner è stato arduo, ma appassionante perché ho rintracciato delle realtà uniche. La cerimonia è stata celebrata nei meravigliosi spazi esterni del Cortile Arabo di Marzamemi.

È stata la prima volta in assoluto che lì si teneva la celebrazione di un matrimonio. La brezza del mare, il tepore del sole e le decorazioni in pieno stile siciliano, uniti all’accompagnamento musicale di chitarre acustiche hanno reso l’atmosfera davvero magica. Scendendo nei particolari, le decorazioni sono state realizzate solo con foglie e limoni mentre i fiori sono stati utilizzati unicamente per il bouquet nuziale. Qui è stato degustato un cocktail rinforzato, interamente vegano, preparato ad hoc dalla brigata del Cortile Arabo, esclusivamente con prodotti presidio Slow Food Sicilia. Un sogno ad occhi aperti, adorato anche dagli invitati speciali delle nozze: i cagnoloni della coppia, seguiti e accuditi dal dog sitter Giuseppe Fortunato. Giunta la sera, il ricevimento nuziale si è tenuto nella cornice artistica del Move Ortigia Out of Normality, location posizionata nel cuore dell’isola di Ortigia, caratterizzata da un’anima innovativa e contemporanea. Un finale incantevole per un matrimonio da sogno.

 

READ MORE

Lista Nozze

Come per tanti altri aspetti dell’organizzazione del matrimonio, anche la Lista Nozze affonda le proprie radici nella cultura americana e arriva da noi solo tempo dopo. Questo utile sistema, infatti, nasce all’inizio del novecento negli Stati Uniti e si è diffuso in Italia agli inizi degli anni settanta, non senza generare reticenze e polemiche. Questo perché secondo il galateo è considerato maleducato chiedere un regalo e la lista non andrebbe nemmeno fatta!

Oggi la lista nozze è la modalità con cui gli sposi orientano gli invitati nella scelta dei regali a loro più graditi: fa risparmiare tempo, evita doppioni e risolve l’imbarazzo della scelta. A fronte di tanta funzionalità, anche i più resistenti difensori del galateo si sono ormai adeguati alla comodità della lista, che non solo consente di dare una concreta mano agli sposi e di far loro un regalo sicuramente desiderato, ma anche di far risparmiare tempo ed energia agli invitati, quindi tanto vale sfruttarla al meglio, evitando figuracce e scivoloni che di bon ton non hanno proprio nulla.

 

Analizziamo i diversi casi:

 

  • Gli sposi stanno mettendo su casa. È la situazione più semplice e limpida. Si scelgono uno o due negozi (ad esempio: elettrodomestici e arredamento) e si selezionano gli oggetti per la lista, avendo cura che ci siano, insieme a regali importanti, anche piccoli pensieri che possano andare bene per chi invece desidera o può partecipare con un impegno economico minore.
  • Gli sposi conviventi

Il problema si presenta quando gli sposi già convivono e, dunque, possiedono già tutto (o quasi) di ciò che necessitano! Le strade, a questo punto, sono due: si può scegliere di sostituire qualche vecchio elettrodomestico o di togliersi  qualche sfizio come un set di pentole o servizio importante oppure optare per la lista viaggio quando si ha già tutto ciò che già serve, questa è spesso la soluzione più naturale fatta ormai nella maggior parte delle agenzie. Il viaggio della luna di miele viene così suddiviso in tante piccole quote che vengono acquistate, in base al budget predisposto dall’invitato. Solitamente la scelta della ripartizione può essere fatta anche in modo più dettagliato e l’invitato potrà scegliere di acquistare il volo, piuttosto che la visita guidata ad un museo o l’accesso alla spa. Quest’ultimo è un modo pratico di concretizzare maggiormente la spesa fatta, personalizzando il più possibile un regalo immateriale.

 

Il Bon Ton ed i passi falsi

  • Mai e poi mai infilare il bigliettino della lista di nozze nella partecipazione, il galateo lo vieta nel modo più assoluto. Saranno gli invitati, durante la telefonata di ringraziamento, a chiedere agli sposi l’indirizzo del negozio dove è stata depositata la lista. Solo nel caso in cui si desideri fare della beneficenza, invece dei regali, è ammesso unire alla partecipazione (o all’invito) un biglietto con gli estremi dell’associazione o ONLUS, a cui devolvere il denaro.
  • Non fare commenti sul costo del ricevimento davanti a persone invitate, che potrebbero percepirli come una richiesta a versare una determinata cifra
  • No al conto corrente intestato agli sposi con IBAN scritto a chiare lettere dove versare la quota e no alle buste: sembra tutto molto pratico, ma il matrimonio non è una colletta per pagare il ricevimento, questo è quello che più di tutti si allontana da qualsiasi forma di galateo e buongusto è assolutamente VIETATO!!!!
READ MORE