FOLLOW US

SEARCH SITE BY TYPING (ESC TO CLOSE)

Skip to Content

About: Melania

Recent Posts by Melania

Corso di avviamento alla professione di Wedding Planner

 

Il Corso di avviamento alla professione di Wedding Planner organizzato da Melania Millesi è un percorso formativo che permette di muovere i primi passi nel mondo dei matrimoni, fornendo le basi teoriche e pratiche per intraprendere la professione di wedding planner. Il corso, suddiviso in due parti, si snoda tra lezioni teoriche in aula, project works e momenti di confronto con alcuni tra i migliori professionisti del settore.

Durante il corso verranno forniti gli strumenti base per iniziare a lavorare nel settore wedding.  Partendo dalle attività di promozione del proprio brand e di gestione delle relazioni con i clienti e i fornitori, i partecipanti avranno modo di mettere in pratica le conoscenze acquisite grazie a un laboratorio pratico di pianificazione e gestione di un matrimonio a tema. A fine percorso inoltre si avrà la possibilità di prendere parte, a fianco di Melania Millesi, all’organizzazione di uno dei suoi matrimoni nel 2019.

Il corso è a numero chiuso e prevede la consegna di un attestato di partecipazione.

 

 

Compila il form di registrazione cliccando qui

READ MORE

Wedding Awards

WEDDING AWARDS 2018 by Matrimonio.com Melania Millesi Wedding Planner riceve il premio più prestigioso delle nozze: Wedding Awards 2018 nella categoria Wedding Planner
Anche quest’anno più di 52.000 aziende online di Matrimonio.com si sono candidate per aggiudicarsi il premio Wedding Awards che li riconosce come i migliori professionisti del settore nuziale. Il prestigio di questo premio è dovuto al fatto che è l’unico che si assegna in funzione alla quantità e la qualità delle raccomandazioni ricevute da parte delle coppie che acquistarono i loro servizi o prodotti. È possibile consultare la lista di tutti i vincitori per categoria qui: https://www.matrimonio.com/wedding-awards.

Catania, 20 Marzo 2018. – Melania Millesi Wedding Planner di Catania ha ricevuto il premio Wedding Awards 2018 nella categoria Wedding Planner. Da quattro anni Matrimonio.com assegna questo prestigioso premio al fine di riconoscere l’eccellente lavoro realizzato dalle aziende del settore nuziale nel nostro paese, trasformandosi così in un punto di riferimento nella scelta dei fornitori di nozze per le coppie che organizzano il loro matrimonio.
Anche quest’anno Matrimonio.com, leader globale del settore nuziale, ha assegnato i Wedding Awards alle aziende e ai professionisti del settore basandosi esclusivamente sulle opinioni e le valutazioni delle coppie che hanno usufruito dei loro servizi.
Il concorso premia esclusivamente il 5% delle aziende che hanno ricevuto il maggior numero di opinioni in ogni categoria, tra le più di 52.000 presenti sul portale, basandosi principalmente sulle valutazioni del 2017 e considerando anche la continuità e la qualità del servizio da loro offerto.
“Per assegnare questi premi, non esistono migliori giudici delle coppie che hanno già organizzato le proprie nozze. Sono loro i grandi esperti che possono dare una reale valutazione ai professionisti a cui hanno affidato il grande giorno. Quello del Matrimonio è un giorno che, oltre a essere molto speciale, è per loro irripetibile, quindi è di vitale importanza che i professionisti ingaggiati facciano un buon lavoro. Questo riconoscimento rappresenta quindi la prova migliore per altre coppie che decidono di affidarsi a questi fornitori”, afferma Nina Pérez, CEO di Matrimonio.com
Le categorie dei premi Wedding Awards sono 18: Banchetto, Catering, Fotografia e video, Musica, Auto Matrimonio, Trasporto, Partecipazioni, Bomboniere, Fiori e decorazioni, Animazione, Torte Nuziali, Sposa e accessori, Sposo e accessori, Bellezza e benessere, Gioielleria, Luna di miele, Wedding Planner e altro.
Per ulteriori informazioni:

Telf.: 3478633067

info@melaniamillesi.it

 

https://www.matrimonio.com/wedding-planner/melania-millesi-wedding-planner–e141375

 

 

READ MORE

Gocce di …Esperienza!!! L’Abito…

Gocce di …Esperienza! L’Abito…

Oggi vorrei dare un consiglio alle future sposine che si accingono  a scegliere Lui, l’unico, il tanto sognato abito con la “A” maiuscola… L’Abito da Sposa, il vero simbolo delle Nozze!!!

Quando andrete per la prima volta in un Atelier, suppongo avrete già un’idea sullo stile dell’abito che desiderate indossare, ma di fatto ancora non ne avete provato uno…

Il  consiglio di oggi non riguarda l’abito in sé, quello lasciamolo fare agli esperti, ma da chi vi farete accompagnare!!!

…e già, proprio così!!! Questo perché la persona con la quale andrete influirà in modo significativo sulla scelta finale dell’abito!! Non temete di far torto a qualcuno, non è come andare a fare shopping con le amiche, dove al massimo le cose finiscono in fondo ad un cassetto, in questo caso andrete a  fare una scelta importante…

Se vi state facendo seguire dalla Wedding  Planner  il problema è risolto! Lei saprà essere obiettiva, sincera, concreta, vi giudicherà con occhi esperti  e inoltre potrà anche indirizzarvi sulla scelta stilistica dell’abito che più si addice alla tipologia di Matrimonio che starete progettando …

Se non doveste avere la Wedding Planner  vi consiglio d’andare con una sola persona, ripeto SOLO UNA! Portatevi la persona di cui più vi fidate, chiunque essa sia (mamma, migliore amica, cognata ecc.) che sia sincera ma che soprattutto faccia scelte stilistiche non troppo in contrasto con le vostre. Deve avere spirito critico, ma non condizionarvi troppo, deve saper riconoscere se un abito vi stia bene a prescindere dal suo gusto!

sposa

Sconsiglio d’andare al primo appuntamento con troppe amiche, sorelle, zie, cugine o suocera, sarebbero emotivamente molto coinvolte e ipercritiche, perché (giustamente) la figlia, sorella, nipote o nuora, dovrà essere la sposa più bella che ci sia!! Questo creerà forti aspettative da parte loro e mooooooooolto stress per voi!!!

Andate con i parenti e amici la seconda volta, quando vi sarete fatta un’idea più chiara di ciò che vi piace e soprattutto di ciò che vi sta bene e che vi  fa star bene! Sarete più sicure di voi stesse e accettereste di buon grado i consigli, perché già sapete  cosa non vi piace assolutamente e cosa vi potrebbe piacere! In ogni caso non andate mai con troppe persone, è già difficile scegliere da sé figuriamoci con più teste… e poi vogliamo togliergli il piacere dell’effetto sorpresa??!!

Altro suggerimento è quello di affidarvi ad Atelier seri e con accertata professionalità …che scegliate l’abito confezionato o sartoriale,  fate in modo che lo staff al quale vi affiderete capisca davvero i vostri gusti e che sappia consigliarli onestamente, vendendovi l’abito che vi stia meglio e che vi esalti, non quello che vi piace di più, che siano disposti a non vendervi nulla piuttosto che farvene indossare uno che non vi renda giustizia!!!

Per ultimo ma non meno importante: 1- Non provate troppi abiti per il puro piacere di farlo, questo non vi aiuterebbe a chiarirvi le idee e non sarebbe giusto per quei professionisti che si metteranno a vostra disposizione.  2- Scegliete l’abito dopo aver scelto location e mood del matrimonio. 3- Non cedete alla sconforto  e non accontentatevi se non doveste trovare l’abito giusto, arriverà…. Com’è arrivato l’uomo giusto!!!

 

…alla prossima Goccia!!!

Melania Millesi WP

READ MORE

Wedding Budget

Il giorno delle nozze è il giorno più bello da ricordare, ma per arrivare al fatidico sì, senza i nervi a pezzi e godersi il giorno tanto atteso serenamente,  bisogna organizzare ogni dettaglio con largo anticipo e senza ansie. E’  bene stabilire da subito il proprio Budget, si può spendere moltissimo e optare per una cerimonia sfarzosa ed in grande stile oppure contenere le spese e decidere di sposarsi con una cerimonia sobria, ci sono numerosi accorgimenti per risparmiare, senza per questo rinunciare a un matrimonio da favola. Non serve infatti un budget da nababbi per fare di questo giorno il più bello della vostra vita. Creatività, buon gusto e ripartizione intelligente del budget vi aiuteranno sicuramente!!!

In passato la suddivisione dei costi era stabilita in maniera piuttosto rigida. Il Galateo in merito stabiliva regole ben precise da rispettare. Nonostante alcune norme di buone maniere siano superate è bene ricordare che alcune, invece, non devono assolutamente mancare  savoir faire, buon senso, rispetto e tanta pazienza sono gli ingredienti necessari per vivere “il giorno perfetto” in maniera rilassata e senza inutili litigi. Questa è la fase più delicata dell’intero progetto nuziale. Quello della suddivisione delle spese è un argomento che può toccare tante e diverse circostanze, pertanto necessita di essere risolto da ognuno adattandosi alla propria personale situazione economica. L’importante è che ogni coppia sappia da subito quello che desidera e conosca la possibilità di spesa delle rispettive famiglie, le quali non sono obbligate (fortunatamente oggi) a sobbarcarsi spese che non possono sostenere. Importante è capire in che proporzione i genitori degli sposi parteciperanno alla spesa. È sempre meno frequente, infatti, che i genitori si assumano interamente l’onere di pagare l’intero evento. Genitori e consuoceri contribuiscono per quel tanto che possono permettersi, se c’è armonia tra le due famiglie (beh ve lo auguro di cuore), quella che può di più, farà di più!

Sposarsi implica prevedere dei costi per abiti, catering, sala del ricevimento, fiori, fotografo, wedding planner, video, paggetti, regali ai testimoni e tanto altro ancora. È inevitabile chiedersi: “Quanto costa sposarsi?” In realtà, è molto complicato calcolare una cifra precisa. Ogni coppia è un mondo e così il suo matrimonio: non ce ne sono due uguali, neanche per ciò che riguarda il budget.

 

In ogni caso proverò a darvi delle indicazioni che vi aiuteranno a fare mente locale sugli aspetti concreti legati alle nozze.

Il costo dei servizi dipende da diversi fattori, quali: scelta della location, stagione, giorno della settimana, stile e tema delle nozze, logistica, le dimensioni del ricevimento, ecc. Quante più informazioni concrete riuscite a raccogliere, tanto più precise saranno le vostre previsioni di spesa.

Fate una lista delle priorità e fino a quanto siete disposti a spendere per ogni singola voce e a cosa non volete assolutamente rinunciare e quindi a spendere di più. E’ molto importante che fissiate un budget per ognuna di esse, questo  vi aiuterà a decidere come meglio ripartire la cifra a vostra disposizione e guidarvi nella scelta dei fornitori.

Frazionate i pagamenti e cercate di non indebitarvi cedendo a proposte miracolose e tentatrici. Tenete sempre presente qual è il vostro potere d’acquisto. Per aiutarvi in questo compito, non dimenticate che potete sempre contattare un Wedding Planner. Questa figura, professionista del matrimonio s’incaricherà, tra le altre cose, di guidarvi nella ripartizione del budget, di tenere sotto controllo le spese e si occuperà delle scadenze dei pagamenti. Il wedding planner  vi faciliterà, in pratica, il compito e terrà il “portafoglio” sempre sotto controllo, evitando inutili costi aggiuntivi e spese impreviste dell’ultima ora.

Per stabilire il budget si può tener conto di questo schema:

– 40-50% per il Ricevimento.
– 15-25% per gli allestimenti/ Fiori.
– 15% per gli Abiti (questa voce può variare moltissimo)
– 8% per le Foto e Video
– 2-3% per gli Inviti.
– 2-3% per le Bomboniere e regalo ai testimoni.
– 5% Altro (Musica, Auto, Pagetti ecc.)

La fetta più grande della “torta”, manco a dirlo, andrà in ogni caso al banchetto, si stima che circa metà del budget sia da dedicarsi ad esso. Potete dunque iniziare a fare i primi calcoli a partire da questa cifra. Ricordate di segnare ogni minimo dettaglio, la cui somma potrà fare la differenza (Tableau de Mariage, segnaposti, Guets book e Photo Booth, piccoli cadeau, ventagli, confettata ecc.)

Una volta deciso il budget matrimoniale, è necessario tenere la situazione sotto controllo durante le fasi di organizzazione annotando tutte le voci di uscita, le modalità di pagamento, l’importo degli anticipi e quelli da saldare a fine servizio. Man mano che si avvicina la data delle Nozze, le spese diventeranno più importanti. Anche in questo caso il controllo di ogni tappa sarà fondamentale per evitarvi brutte sorprese.

Ma adesso parliamo un po’ di cifre. Analizzando le varie voci che compongono il budget del matrimonio:

– l’Abito da sposa: il costo può andare da un minimo di 500-800€, per l’abito comprato in un outlet, fino ai 7.000€ (ed oltre…) per l’abito griffato o realizzato dallo stilista “famoso”.

–le Partecipazioni e Inviti hanno un costo medio dai 200 agli  800€ e le Bomboniere dai 400 ai 2000 € (se consideriamo un matrimonio con 80/100 invitati), regalo ai Testimoni dai 250€  ai 400€ per ognuno di essi.

– Addobbi floreali/Allestimenti in chiesa e al ricevimento hanno un prezzo che parte dagli 800 € e va anche oltre i 10.000 euro. (qui il budget la fa da padrone è chiaro che più è alto, più consente di effettuare scenografie e addobbi floreali anche importanti ed i 10.000€ si possono abbondantemente superare!)

– Auto a noleggio può costare dai 300 ai 1500 €

– Ricevimento: dai 45/50€ (negli agriturismi) fino ai 150/200€ in location esclusive (costo inteso a persona)

Affitto Location: dai 500/650€ in bassa stagione ai 5.000/7.000€ per location “gettonate” in alta stagione

– Fotografo professionista: ha un costo dalle 800 € per il solo servizio foto in DVD e arriva anche ai 3.000/4.000€ euro. Il costo dipende dalla qualità dell’album, dal numero di scatti, dal tempo  richiesto al fotografo. Le riprese video se non sono incluse nel pacchetto foto, partono dai 600€

– Musicisti: possono costare dai 300€ per un DJ ai 2.000€ per gruppi live.

– Viaggio di nozze: da 1000€ a …………………. € per persona.

– Servizio Transfer e pernottamenti (il giorno e la notte delle nozze) dai 500€ ai 2.000€ per circa 30 persone, cifra che può variare di molto se sale il numero degli invitati da ospitare.

– Dettagli: Tableau, confettate, ventagli, segnaposti, gadget ecc. spese che possono andare dai 200€ a quanto il vostro budget ve lo consente. Ovviamente per tutte coloro che sono brave nel fai da te e molto tempo a disposizione i costi per questi “dettagli” possono sicuramente essere più contenuti.

Farsi un’idea precisa delle tariffe applicate dai fornitori è molto difficile e come si vede, possono variare di molto… ma come già ho detto all’inizio di questo articolo, il budget totale dipende dall’importanza e dallo stile che gli sposi vogliono dare al grande evento, e ogni singola voce di spesa sarà decisa in base alle vostre priorità.

Con un budget “ridotto” consiglio sempre ai miei sposi di non frazionarlo in tante piccole cifre, ma di concentrarlo in due/tre servizi es. un buon catering, delle belle foto e buona musica, sacrificando un pò gli addobbi floreali, bomboniere ed inviti… Affidarsi ad una buona wedding planner può essere un’ottima soluzione per costruire il budget assieme, conosce tutti i servizi e sa come fare risparmiare la coppia e indirizzarla a ripartire il budget in maniera da soddisfare le esigenze e le aspettative che si hanno per quel giorno.

Dulcis in fundo, dovete sapere che l’Italia è uno dei paesi dove il matrimonio costa di più, basta dare un’occhiata ad altre nazioni per rendersi conto dell’enorme differenza di costi riguardanti le spese relative alle nozze, per 100 invitati  in Francia e in Spagna, ad esempio, il costo medio è di 11.800€,  in Italia siamo sui 23.00€!

Ma con questo non voglio affatto scoraggiarvi!!!

Buon lavoro!!!

READ MORE

Wedding Day Coordinator

Il  giorno delle nozze si sta avvicinando, avete organizzato tutto in autonomia, visitato location e scelto i  fornitori  perché amate avere tutto sotto controllo, siete anche persone creative ed avete anche la fortuna di avere molte serate libere e amiche disponibili ad aiutarvi a confezionare bomboniere, segnaposti e tanti altri piccoli (ma numerosi!) dettagli,  tuttavia,  quando si avvicina la data del Grande Giorno ci si accorge che tutti i preparativi vanno poi concretizzati e messi “in scena”, ma chi farà le vostre veci? Chi provvederà a verificare che in chiesa tutto sia perfetto e che gli ospiti vi attendano all’interno della Chiesa e non sul sagrato? E, poi durante il ricevimento, chi baderà a sistemare il tableau mariage ed i segnaposti, allestire la confettata o lo sweet table e che tutto fili liscio? Chi coordinerà i fornitori e si occuperà degli ospiti e delle loro piccole esigenze? Chi verificherà che il catering rispetti i tempi concordati e che il ricevimento che doveva durare due ore al massimo non si trasformi in un after hour?

Il vostro desiderio è che tutto sia come nei vostri sogni, ma chi farà in modo che tutto si svolga come avete sempre desiderato? Avete pensato alle amiche o a qualche parente disponibile ma, forse, non avete considerato due cose:

  • sono i vostri invitati e dovrebbero anche loro, come tutti gli altri, godersi la festa
  • sono coinvolti emotivamente e questo potrebbe facilmente distrarli ed in ogni caso non avranno le competenze per risolvere gli eventuali intoppi!

Ecco che il servizio di Wedding Day Coordination fa per Voi!

WCoordinator

Durante il giorno del matrimonio  il wedding day coordinator curerà nel minimo dettaglio tutta la regia dell’evento in modo professionale ma come lo avete progettato voi, si occuperà personalmente o di collaboratori di sua fiducia di sistemare i dettagli da voi preparati e sarà sempre attento nel supervisionare l’intera giornata, controllerà che tutto si svolga nei tempi e secondo i vostri desideri, interverrà se dovessero esserci degli imprevisti trovando una soluzione adeguata e tempestiva.

In più, gli sposi che scelgono questo servizio parleranno con un’unica persona per ogni esigenza, avranno un solo interlocutore per sapere se tutto è stato definito e non dovranno fare i conti con i mille impegni e le mille telefonate che precedono i giorni prima del matrimonio.

Se avete impiegato mesi per la preparazione del vostro giorno perfetto e volete essere sicuri che tutto sia come l’avete sempre sognato e godervelo pienamente non potete non avvalervi di questa figura, non ci credo!20130806_1739_Matr_MelaniaGiampiero__GLA7706

Melania Millesi WP

Leggi  anche http://www.melaniamillesi.it/come-scegliere-la-giusta-wedding-planner/

READ MORE

Mood e Matrimonio a Tema?? Ecco come si fa!!

Questo è il terzo ed ultimo articolo della mia ricerca per spiegare la differenza tra Stile, Mood e Tema riferito chiaramente al Matrimonio.

Nel primo articolo ho solo elencato per definizione la differenza tra questi termini  http://www.melaniamillesi.it/stile-mood-e-tema/ , nel secondo articolo ho parlato nel dettaglio degli Stili più conosciuti ed usati http://www.melaniamillesi.it/qual-e-lo-stile-delle-tue-nozze/,  in questo parlerò del Mood e come si interpreta un Matrimonio a Tema.

“Il MOOD  letteralmente tradotto è uno stato d’animo, disposizione o umore”. Più attinente al nostro argomento, “è l’Atmosfera o Clima che si riesce a creare e quindi a trasmettere”. il MOOD è l’insieme di emozioni e sensazioni, creati dagli elementi, atti a dar vita all’atmosfera che gli invitati vivranno il giorno delle nozze.

STILE e MOOD sono strettamente correlati tra di loro e presenti sotto forma di dettagli, colori, decori, fiori e elementi, devono essere percepiti, respirati e visti, tutta l’ambientazione e l’atmosfera deve rievocare ciò che gli sposi vogliono esprimere ed è tutto l’insieme che rende un evento “perfetto e ben studiato”, l’importante è che non sia mai eccessivo, ostentato o peggio ripetitivo e monotono!

 

Uno step importantissimo è la scelta dei colori, i quali vanno studiati ad hoc!

tiffany-inspiration

E’ necessario stabilire la palette cromatica per l’abito, i tessuti, i nastri, i fiori, gli accessori e gli allestimenti in generale, per completare il tutto in perfetta armonia. In questo PANTONE è un eccellente alleato, inoltre ogni anno suggerisce i colori di tendenza, ad esempio Il 2014 è stato l’anno dei matrimoni color Tiffany, il 2016 è la volta dei colori  Rose Quartz e Serenity.

MWF-Rose-Quartz-and-Serenity-Inspiration-

 

 

In sintesi bisogna abbinare colori ed elementi per definire il MOOD che potrà quindi essere sofisticato, romantico, informale, lussuoso ecc. questo caratterizzerà il vostro matrimonio ed il timbro che vorrete dargli, il quale insieme al vostro gusto o STILE che più vi rispecchia farà da cornice al periodo che avete scelto per convolare a nozze.

 

 

 

 

“Il TEMA è la Materia, l’argomento, il soggetto di un ragionamento, il motivo ispiratore di un’opera d’arte, di un singolo autore, di una corrente artistica, è l’argomento di un discorso o di uno scritto”. Per spiegarlo meglio facciamo degli esempi più concreti a riguardo: l’amatissimo tema mare, perfetto per una location in spiaggia o per località marine, oppure lasciarsi ispirare dal cioccolato, dal caffè, dal the, dal vino o da un colore di tendenza ecc. questi i temi generici.redvalentinesboard Altrimenti si può optare per un tema più specifico ad esempio dal cinema all’arte, dalle pietre preziose ai fiori, oppure scegliere un tema legato al luogo in cui si vive o che rievoca un ricordo legato alla coppia, o dalla stagionalità, o da un frutto ed ancora dagli interessi personali alle passioni. Sono tantissimi gli elementi o gli oggetti che possono ispirare il TEMA, insomma la fantasia non ha limiti!

 

 

Ma è importante sapere che il matrimonio NON deve necessariamente avere un TEMA! … e già!

 

 

 

 

Bisogna comunque distinguere tre diverse tipologie di “matrimonio aTEMA

escort card display
1. Il TEMA è focalizzato solo in alcuni elementi come il Tableau de Mariage con segnaposti in coordinato, menù, Photo Booth, bomboniere o petit cadeau, i quali però devono essere ricercati ed originali, integrati perfettamente allo STILE ed al MOOD dell’evento per non scadere mai nel banale o nell’eccesso. Questo in Italia è sicuramente il più “comune” ma se ben fatto e studiato sull’ individualità degli sposi risulta davvero molto piacevole e interessante per gli invitati.

 

 

 

 

retro-wedding-inspiration2. Ma ci sono dei matrimoni “particolari”, è il caso in cui il TEMA diventa l’elemento dominante di tutto l’evento e gli invitati ne fanno parte! Molto frequenti in America (ovviamente!), in questo caso già dall’invito è espresso il tema con indicazioni sul Dress Code ma non vuol dire che bisogna organizzare una festa in maschera, perché è pur sempre un matrimonio, tutti  saranno invitati, ma non obbligati, ad indossare un tipo di abbigliamento e a condividere lo spirito della festa da voi scelto. Per fare qualche esempio, anni ’20 o anni ‘50, Western, Rockabilly, Ottocentesco o Hippy!

 

images

3. Altra tipologia di matrimonio a TEMA è quando tutti gli allestimenti servono a ricreare una determinata ambientazione, già dall’invito si intuisce qualcosa, ma il Dress Code non è specificato. Qualche esempio? Alice nel paese delle meraviglie (che sta spopolando negli States!) tema adattissimo per un matrimonio pomeridiano, oppure il Circo, l’ambientazione Medievale, un bosco Fiabesco ecc.! E’ chiaro che in questo caso lo studio degli allestimenti dev’essere ricercato e curatissimo, tutti gli elementi devono rievocare epoche o soggetti propri del tema che si vuol rappresentare, dove gli invitati si vedono catapultati in una realtà creata solo per loro e sono sia protagonisti, insieme agli sposi, che spettatori … e qui il budget la fa da padrone!

 

 

 

 

 

Ma come ho già detto in un mio blog precedente, è evidente che l’interpretazione soggettiva di ogni Stile, Mood e Tema è ciò che fa di un matrimonio il matrimonio!An-Enchanting-Little-Red-Riding-Hood-Wedding-Inspiration-Shoot

Tutte le immagini sono prese dal web

Melania Millesi WP

READ MORE

Lo stile delle Nozze?? Qual è quello che più vi rispecchia??

Nell’articolo precedente ho cercato di evidenziare la differenza che c’è tra le definizioni STILE, MOOD e TEMA del Matrimonio (http://www.melaniamillesi.it/stile-mood-e-tema/  ). In quest’articolo parlerò nel dettaglio dei vari STILI con riferimento ovviamente sempre alle nozze. Fare questo Blog è stato un lavoro lungo ma molto interessante. Parlare di STILE non è poi così semplice, spazia dalla moda, all’arredamento dal design al cibo. Ho quindi preso spunto da ognuno di essi, del resto il giorno delle Nozze troviamo tutti questi “settori” interpretati al meglio!  Lo “Stile di vita” è l’espressione coniata da Alfred Adler per definire “l’impronta unica e irripetibile di ogni individuo”. Ognuno di noi ha i suoi gusti personali ed un modo soggettivo di vedere le cose, una preferenza o  inclinazione. C’è chi ama il classico, chi il moderno, chi predilige lo stile industriale e chi sceglie di miscelare vari stili assecondando le proprie personali convinzioni sul gusto e sullo stile. Premesso che nel mondo del design e in generale, il gusto è sempre soggettivo e una risposta valida per tutto non può esistere, occorre quindi lavorare sugli equilibri e sulla coerenza. Lo stile che sceglierete per il giorno delle vostre nozze comunicherà a tutte le persone che festeggeranno con voi, chi siete, la vostra personalità di coppia e la visione che avete del matrimonio. Ovunque vi sposiate, il giorno del matrimonio dovrete sentirvi perfettamente a vostro agio e riconoscere in tutto quello che vi starà intorno il vostro STILE! Importante che non vi facciate influenzare dalle mode o tendenze del momento ma scegliete quello che veramente vi piace, che può anche essere la moda del momento, ma solo se questa vi rispecchia veramente come persone e come coppia! Un input importante su quale stile scegliere per le proprie nozze ve lo da la casa nella quale andrete a vivere o nella quale già vivete. Dubito che una coppia che ha scelto un arredamento rustico possa scegliere allestimenti e mood in stile Urban o Glamour! Spesso si ha la tentazione di  mescolare stili diversi per poter realizzare una soluzione originale, assolutamente fattibile, l’importanza è, come ho già detto, l’equilibrio e la coerenza con ciò che andiamo a “mescolare”. Volutamente non metterò MAI accanto ad ogni stile la parola CHIC, la quale letteralmente vuol dire “Elegante”… Beh penso che l’eleganza sia una condicio sine qua non per ogni matrimonio, a prescindere dallo stile… quindi usarla è superfluo! Ma vediamo nel dettaglio gli STILI più usati per le Nozze.

STILE  CLASSICO Non è una caratteristica esclusiva di castelli e ville d’epoca, l’allestimento classico oggi è simbolo perlopiù di ricercata raffinatezza. elegant-wedding-colors-soft-neutrals__full Nello stile classico come definizione molto generica, rientrano anche quei particolari in stile antico che riprendono fedelmente le forme del passato, e tutte le sue varie derivazioni, quindi si può abbinare ad altri stili quali Shabby, Provenzale, Vintage ecc. ecc.. Il matrimonio classico fa uso di tessuti quali il cotone, la seta, lo chiffon ed il raso, ma anche tessuti ricamati, i colori principali sono Classic Wedding

 il bianco, il verde,  l’avorio ed il rosa chiaro. I fiori, rose, tulipani, ortensie, calle e peonie integrati con candelabri e candele che non possono assolutamente mancare come i cristalli, porcellane, argento e oro, un must per questo stile!

 

STILE  MODERNO si può dire che racchiude tutti quei materiali ed arredi di produzione contemporanea con design attuale, innovativo o di tendenza, a forme che non richiamano al passato. Il  moderno cambia in continuazione nei suoi colori, materiali ed essenze usate, e viene costantemente aggiornato nel suo design, insomma ciò che è di moda o di tendenza, ma ciò che va bene oggi domani sara out… attenzione ad usare questo stile per le nozze, se non siete degli esperti designer affidatevi a dei professionisti del settore! Modern weddingc-modern-wedding-inspiration-with-grey-and-gold-42

 

 

 

 

 

 

 

STILE METROPOLITANO, URBAN O INDUSTRIAL Industrial weddingModern wedding Sono tutti quegli elementi tra il moderno o contemporaneo, si distingue nei colori bianchi e grigi quasi neri abbinati all’acciaio, vetri, specchi e graniti, forme lineari e geometriche e con un certo rigore. Il tutto espresso e creato con idee estrose ma essenziali. I fiori come tulipani, anemoni, calle e amaryllis sono ideali. Trovo questo stile davvero interessante e se sapientemente studiate può risultare davvero molto romantico!

 

STILE VINTAGE  è riferito ad oggetti realizzati almeno da venti anni e con la peculiarità di essere utilizzabile, di materiali pregiati e con un buon valore estetico. Retro-wedding-inspiration-moodboard Wedding Vintage

Oggi per “stile vintage” si intende quindi uno stile di design fortemente emozionale dato che in qualche modo appartiene alla storia ed evoca perlopiù sensazioni di nostalgia e ricordo del passato, in quanto ispirato alle tendenze che vanno dai classici e amati anni Cinquanta agli chic anni Venti (in questo caso va bene anche la definizione di STILE RETRO’), l’importante è saper scegliere con cura oggetti, fiori, colori e spesso anche abiti. Allestire bene con elementi vintage è complicato, perchè si può cadere nell’eccesso o non raggiungere uno standard adeguato, non a caso per la maggiore vengono utilizzati elementi  vintage solo come integrazioni di altri stili affini. Innanzitutto è importante stabilire un’epoca e studiare con cura le tendenze in voga allora, per non commettere errori cronologici. Gli invitati verranno letteralmente catapultati in un’altra epoca e per un giorno festeggeranno con voi come in una fiaba d’altri tempi. I centrotavola, così come la location e gli addobbi, avranno un ruolo fondamentale per ricreare un mondo ormai dimenticato ma prepotentemente in voga!vintage-wedding

 

STILE SHABBY, ma prima di continuare con questo stile bisogna capire cos’è lo shabby e dov’è nato. La parola shabby significa letteralmente usurato, invecchiato, logoro. Lo shabby è nato in Gran Bretagna, dove i primi barlumi di questo stile si vedevano nelle grandi case di campagna. Elementi tipici, quali divani sciupati, vecchie pitture, parati, tende candide, grandi lampadari, erano presenti in ogni casa signorile. Interior shabby

 I tessuti principe dello stile shabby sono il lino ed il cotone abbinati in contrasto al pizzo, uncinetto o ricamati con volant e merletti nel colori del bianco, ecrù, tessuti sbiancati, fantasia con fiori d’epoca sono molto popolari e caratteristici dello stile shabby. Lo Shabby è una forma di interior design in cui mobili e arredi sono vecchi e sbiaditi, sono di colorazione chiara pastello, se non bianchi, e presentano segni di usura, ma che non possono essere inseriti nella lista di oggetti d’epoca, in quanto non lo sono ed è questo fondamentale “dettaglio” che differenzia questo stile dal Vintage che invece impiega solo oggetti e materiali pregiati e d’epoca! Gli oggetti maggiormente usati per interpretare al meglio questo stile sono materiali anche poveri come gabbiette, cassette di legno, oggetti e candelabri in ferro battuto, porcellane meglio se spaiate, libri e vecchie poltrone, i fiori meglio se piccoli e nelle tonalità più chiare, le rose e roselline sono le regine indiscusse! Lo stile shabby è uno stile romantico ed etereo: sembra di vivere sulle nuvole, in un altro mondo. Tutto è soft ed ovattato ed è un ambiente molto rilassante.Wedding Shabby

 

STILE  COUNTRY è sinonimo di campagnolo e arte povera ma raffinato e ben curato nei dettagli. Gli arredi country rientrano nella generica e più ampia tipologia dei mobili classici, per il semplice fatto che si rifanno ad arredi e forme di oltre un secolo passato. Lo stile country è lo stile proprio delle case di campagna, fatto di oggetti semplici, materiali naturali, cibi genuini. Country-Wedding-InspirationNegli allestimenti americani è spesso associato allo stile di vita dei cowboy, a stivali con gli speroni e cappelli a larga tesa, mentre in Italia è spesso abbinato ad un’atmosfera più campagnola e agricola. Alcuni esempi di oggetti per lo stile country possono essere appunto stivali e cappelli, cesti di vimini e attrezzi da campagna. Wedding countryLa scelta delle decorazioni è fondamentale (come del resto per tutti gli altri stili!) sono perfetti gli oggetti in materiale grezzo come il legno, tessuti in juta, lino e corda, barili di vino usati come basi, balle di paglia, fiori di campo in innaffiatori o secchi di latta e vecchie ruote da carro rendono subito l’ambiente country. In generale, un matrimonio country prevede un ricevimento dai sapori e colori naturali, troviamo il rosso ciliegia, il giallo sole, il marrone e il verde in varie tonalità, insomma colori prevalentemente ispirati alla terra. Location assolutamente all’aperto!

 

Lo STILE RUSTICO negli ultimi anni piace molto, soprattutto alle coppie giovani. Sono proprio molte di queste che, sebbene vivano in ambienti piuttosto moderni, ricercano quei dettagli che appartengono a questo stile fatto  di pietre, legno, cortecce e anche ferro battuto. rustic-windswept-wedding-inspiration Il rustico è campagnolo, ma non per forza country, anzi! I colori sono caldi come il marrone, il rosso, l’arancione, il verde e l’ecrù. Gli allestimenti da usare sono caratterizzati da mobili massicci come tavoli molto importanti e tronchi. romantic-fall-forest-wedding-inspiration-weddingomania-539-int I fiori che meglio si accostano a questo stile sono chiaramente quelli di bosco, ma per un mood perfetto consiglierei bacche, frutti di stagione, ma anche foglie e piante verdi.  I tessuti quali il cotone grezzo e iuta, in inverno perfetti la lana e gli intramontabili plaid. Immaginatevi un matrimonio in stile rustico in una location da favola in mezzo al bosco!!! Questo stile lo adoro!

Rustic Wedding

 

 

Provenza, terra di sole, colori, profumi e spezie. Terra che conserva ancora il fascino dei tempi passati, terra lontana dal rumore del jet set mondiale. Un matrimonio provenzale è delicato ed  etereo. Se si pensa alla Provenza impossibile non richiamare i bellissimi campi di lavanda, il colore viola che li contraddistingue e la semplicità delle casette in legno disseminate tra un campo e l’altro e richiama le atmosfere, i profumi ed i colori tipici di questa zona del sud della Francia. Di fatto avete già trovato il colore giusto per il matrimonio in STILE PROVENZALE, Wedding perfetto da abbinare a colori pastello come il lilla, il verde pallido che richiama il colore dell’erba, il bianco, il rosa e l’azzurro. I materiali che richiamano la Provenza sono il legno, ma anche il vimini, lampade in ferro battuto, abatjour in stoffa o in carta, specchi decorati, o la ceramica.  Anche i tessuti, leggeri, rivestono un ruolo importante, wedding saranno caratterizzati da colori solari, quelli tipici della zona, decorati da motivi floreali  o impreziositi con il boutis, ossia una tecnica di ricamo tipica della Provenza (un consiglio, evitate di mescolare i tessuti provenzali con quelli caratterizzanti uno stile diverso). Immancabili poi anche le ceramiche decorative, come brocche e piatti. Tutto questo non può mancare se le volete conferire alle vostre nozze una vera un’atmosfera provenzale! Perfetto da abbinare allo STILE SHABBY!

 

STILE  BOHÉMIEN  merita uno studio più approfondito e per interpretarlo al meglio è necessario conoscere  le sue origini. Il termine francese bohémien (diffuso anche nella forma inglese Bohemian. Abbr. bohò) fu usato per la prima volta nel XIX secolo. Già il nome spiega la filosofia, Bohémien che significa letteralmente zingaro veniva usato per descrivere lo stile di vita non convenzionale di artisti, scrittori, musicisti e attori marginalizzati e impoveriti delle maggiori città europee. bohemian-wedding-decor07 Nonostante questo stile non segua regole precise proviamo comunque a evidenziarne le caratteristiche principali per non commettere cadute “di stile”. In generale il tutto dovrà essere elegante ma con nonchalance, in quanto è uno stile  che nasce dalla volontà di esprimere sé stessi e le sfumature del proprio animo nell’ambiente in cui si vive. Un mix di stili, di colori, di fantasie che prendono vita in abiti e oggetti provenienti da tutto il mondo e che si ritrovano in una personalità eclettica che pesca dall’etnico al vintage. Bohemien wedding Libero sfogo alla fantasia e alla creatività. Via libera al colore che nello stile bohémien non dovrà mai mancare. Cuscini, tappeti, arredi dall’aria vissuta saranno perfetti accostati senza indugio a bauli e valigie, a poltrone vintage  e divani eleganti. L’atmosfera dovrà risultare un po’ carica e colorata. Anche l’illuminazione farà decisamente la sua parte in questo ambiente così eccentrico. Le luci saranno morbide, soffuse, con l’ausilio di candele e candelabri posizionati un po’ ovunque. Le lampade a sospensione o da terra saranno in vetro colorato o d’ispirazione etnica. Lo stile bohò dà inoltre importanza a tematiche come quella dell’ecologia, quindi si prediligono le fibre naturali. Bohemian-Wedding-Lo stile bohemien applicato alle nozze ha come risultato un’atmosfera incredibile e suggestiva: elementi tipici degli anni ’60 e ’70 si mescolano infatti a tocchi hippie, etnici, country e vintage e a dettagli caratteristici delle culture gitane. I matrimoni si celebrano quasi esclusivamente all’aperto, a stretto contatto con la natura, coloratissimi e informali.  

L’eleganza in questo caso è negli occhi di chi guarda!

 

Il termine Glamour  è assimilabile all’italiano fascino seduzione con riferimento in particolare all’eleganza, alla sensualità e all’incanto ma non necessariamente alla moda. Ad esempio, nelle vecchie foto, Grace Kelly è ancora glamour, anche se non si può dire che sia alla moda. Divenuto ormai di grande tendenza, oggi il glamour è stato riconosciuto come uno stile a sé stante. Lo STILE GLAMOUR ha la particolarità di essere l’unione delle linee e finiture di stampo contemporaneo e la raffinatezza dello stile classico, in sintesi lo stile classico, contaminato dalla tendenza al moderno, ha creato l’effetto glamour. Il  beige è il colore predominante, ma non manca il nero, il marsala, l’avorio e il grigio o comunque le tonalità forti e tanto ma tanto “sbrilluccichio”!!

glamour-1Gli specchi sono un accessorio d’obbligo, i quali donano all’ambiente un tocco chic. Non esiste una forma, una misura o una quantità precisa. Indipendentemente dal colore o forma che si predilige, la qualità dei prodotti è di primaria importanza, bisogna sapere sin da subito che non è uno stile facile da trattare in quanto è considerato uno stile lussuoso!  Location ideale sono un castello, un loft di tendenza o un bordo piscina il tutto sarà allestito in modo sontuoso e luminoso, con fiori importanti meglio se esotici, le regine sono le orchidee, ma cascate di orchidee, ovviamente le Phalaenopsis. GoldGlamour Assolutamente si a gioielli e strass ma anche piume soprattutto nei centrotavola che dovranno essere molto grandi.  “Un ricevimento glamour funziona davvero solo se rispecchia la personalità degli sposi!” che devono essere moderni, con classe e di buon gusto. Se si è amante della bella vita, del jet set e del lusso allora si è sicuramente sposi Glamour.

 

 

Essere ECO – FRIENDLY non è una moda ma è un vero e proprio stile di vita. Negli USA questo trend è stato portato alla ribalta da Emily Anderson – esperta di design. Chi vive secondo le regole del green mostra una particolare sensibilità ed un particolare rispetto nei confronti dell’ ambiente, cercando nonostante la frenesia del quotidiano di far propri piccoli gesti ed abitudini che contribuiscono a salvaguardare la natura. Essendo uno stile di vita anche il giorno delle nozze ne farà parte! Wedding Eco - FriendlyPer iniziare gli inviti devono essere rigorosamente in carta riciclata o virtuali. L’ideale sarebbe che il luogo della cerimonia e quello scelto del ricevimento siano nello stesso posto o vicini e all’aperto, magari raggiungibili a piedi o in bicicletta, in questo modo si eviterebbe l’uso di automobili per gli spostamenti. Per gli allestimenti il legno  e arredi in materiali leggeri, versatili e riciclabili, come cartone o paglia ma anche sughero e bambù, per  i  tessuti  la seta brunetta, il cotone da coltivazione controllata, l’alpaca, canapa e lana se d’inverno. l’ideale sarebbe utilizzare elementi della natura per un risultato meraviglioso e allo stesso tempo poco inquinante. Meglio piante in vaso che fiori per non reciderli ma, in ogni caso, scegliete fiori di stagione i quali  possono essere accompagnati da barattoli, bottiglie in vetro riciclate, candele organiche e qualsiasi cosa vi salti in mente purché sia eco-friendly! Un vero matrimonio green si vede dal banchetto.  Chi pensa che “eco” significhi anche economico si sbaglia di grosso” affidatevi a catering o chef che utilizzino ingredienti bio per una cucina naturale, con frutta e verdura di stagione, prediligendo fornitori del territorio in modo da aiutare l’economia locale ed evitare eccessivi trasporti dei prodotti. Le bevande alla spina riducono l’impatto ambientale di plastica e vetro.  Il risultato sarà di sicuro genuino e apprezzato da tutti. Gli sposi eco-friendly, non sono quelli che ostentano le loro scelte green, ma quelli che nelle loro scelte esprimono il loro stile di vita e l’augurio di un futuro sostenibile per la propria famiglia e per gli invitati.

 

Spero sia stato interessante!

Questi chiaramente sono gli stili più usati e comuni, ma ne esistono davvero tanti tutti degni d’essere studiati ed interpretati al meglio. Concludendo, alle coppie che vengono da me dico sempre di scegliere ciò che piace a prescindere dagli stili e tendenze o dalle regole, ma di ricordarsi che un giorno vola, il ricordo (…e le foto!) rimarranno per sempre. Non rinunciate all’idea che avete sempre avuto delle vostre nozze e cercate di perseguirla, del resto “Se puoi sognarlo puoi farlo!”

Nell’articolo successivo parlerò di  MOOD e TEMA del matrimonio… To be continued!

http://www.melaniamillesi.it/mood-e-matrimonio-a-tema-ecco-come-si-fa/

Tutte le immagini sono prese dal web

Melania Millesi Wedding Planner

READ MORE

Stile, Mood e Tema

Fino a qualche tempo fa il matrimonio era “unicamente” il giorno più bello in cui una coppia celebrava la propria unione con parenti e amici, e fortunatamente questo aspetto vale tutt’ oggi, ma questa definizione potrebbe apparire “semplicistica”, poiché i festeggiamenti sono più curati, strutturati e ricchi di dettagli  e gli sposi desiderano che la festa di nozze li rappresenti in tutti i suoi aspetti , dall’allestimento alla torta, dall’invito alla bomboniera.

Oggi sempre più spesso, durante i preparativi di nozze, si leggono e sentono pronunciare da amiche, dal web, da conoscenti e addetti ai lavori le parole Stile, Mood e Tema. Il più delle volte si  pensa siano dei sinonimi e non si conosce la loro sottile differenza. Spinta dalla curiosità e dall’esigenza di chiarire le idee alle coppie che si affidano a me, cercherò di stabilire il reale significato di questi termini, partendo dalle definizioni comuni, per ricondurli a ciò che a noi interessa e cioè il matrimonio!

Per definizione da vocabolario:

“Lo STILE è Il complesso delle scelte e dei mezzi espressivi che costituiscono l’impronta peculiare di una scuola, di una tradizione letteraria, musicale o artistica, e della personalità. In sintesi è la caratteristica personale”.  Possiamo affermare che il bello di un allestimento azzeccato è quando gli ospiti riconoscono lo stile personale degli sposi (cit.)”.  Volendo fare degli  esempi il Classico, il Moderno, il Metropolitano, il Vintage, lo Shabby, il  Country, il Provenzale,  il Rustico, il Bohémien, il Glamour,  l’Eco-Friendly ecc. sono tutti “Stili”!

cropped-spose-brides_55

“Il MOOD  letteralmente tradotto è uno stato d’animo, disposizione o umore”. Più attinente al nostro argomento, “è l’Atmosfera o Clima che si riesce a creare e quindi a trasmettere”. Anche in questo caso qualche  esempio aiuta, come il Romantico, Sobrio, Formale, Informale, Lussuoso,  Sofisticato, Elegante, Retrò ecc. In questo caso è fondamentale lo studio degli elementi e dei colori da impiegare. Proviamo ad unire le due definizioni: Un matrimonio dallo stile Shabby  è romantico ed informale allo stesso tempo. Un matrimonio Glamour può essere anche sofisticato, elegante e lussuoso. In sintesi, lo STILE da seguire è meglio che sia uno o comunque affini tra di loro e questo caratterizza gli  sposi, il MOOD è invece l’insieme di emozioni e sensazioni, creati dagli elementi, atti a dar vita all’atmosfera che gli invitati vivranno il giorno delle nozze. ATTENZIONE perché non tutti gli STILI si possono accostare ad ogni MOOD! Un matrimonio Country non lo vedo di certo formale o sofisticato! La parola d’ordine è COERENZA.404-Equestrian-

STILE e MOOD sono strettamente correlati tra di loro e presenti sotto forma di dettagli, colori, decori, fiori e elementi, devono essere percepiti, respirati e visti, tutta l’ambientazione e l’atmosfera deve rievocare ciò che gli sposi vogliono esprimere ed è tutto l’insieme che rende un evento “perfetto e ben studiato”, l’importante è che non sia mai eccessivo, ostentato o peggio ripetitivo e monotono!gold_cream_white_wedding_colors

 

“Il TEMA è la Materia, l’argomento, il soggetto di un ragionamento, il motivo ispiratore di un’opera d’arte, di un singolo autore, di una corrente artistica, è l’argomento di un discorso o di uno scritto”. Per spiegarlo meglio facciamo degli esempi più concreti a riguardo: l’amatissimo tema mare, perfetto per una location in spiaggia o per località marine, oppure lasciarsi ispirare dal cioccolato, dal caffè, dal the, dal vino o da un colore di tendenza ecc. questi i temi generici. Altrimenti si può optare per un tema più specifico ad esempio dal cinema all’arte, dalle pietre preziose ai fiori, oppure scegliere un tema legato al luogo in cui si vive o che rievoca un ricordo legato alla coppia, o dalla stagionalità, o da un frutto ed ancora dagli interessi personali alle passioni. Sono tantissimi gli elementi o gli oggetti che possono ispirare il TEMA, insomma la fantasia non ha limiti!turning-leaves-fall-wedding-ideas-and-inspiration-board-500

Ma è importante sapere che il matrimonio NON necessariamente deve avere un TEMA! … e già! 

Per concludere, lo Shabby  e  il Vintage NON sono un TEMA ma uno STILE!

Per finire con gli esempi, il matrimonio Vintage può ispirarsi al “tema mare” e seguire un MOOD sofisticato. E’ evidente che l’interpretazione è ciò che fa di un matrimonio il matrimonio!gray-beach-wedding

Nei prossimi articoli tratterò uno ad uno ed in maniera più dettagliata lo Stile, il Mood ed il Tema …               To be continued!

Leggete anche: Lo Stile delle Nozze  http://www.melaniamillesi.it/qual-e-lo-stile-delle-tue-nozze/

Mood e Matrimonio a Tema http://www.melaniamillesi.it/mood-e-matrimonio-a-tema-ecco-come-si-fa/

Tutte le immagini sono prese dal web

Melania Millesi Wedding Planner

 

READ MORE

Testimone e Damigella d’Onore

Qual è la differenza tra Damigella D’Onore e Testimone di Nozze?

La Testimone Di Nozze è da sempre la migliore amica o una parente stretta della sposa, ad esempio la sorella o una cugina, ed è questo, il medesimo legame che lega la Damigella D’Onore alla sposa. In realtà ciò che costituisce la reale differenza tra le due figure è il ruolo maggiormente attivo e partecipativo, che la Damigella D’Onore riveste rispetto alla Testimone Di Nozze. In America e nei paesi anglosassoni spesso il ruolo coincide e le Damigelle sono anche le Testimoni.MM (4)

Vediamo meglio nel dettaglio i compiti e le mansioni di entrambe le figure:

La Damigella D’Onore  è gia dagli Egizi che ha origine la sua figura . A quel tempo si credeva che le spose fossero mal volute dagli spiriti maligni e, per evitare che questi riconoscessero la giovane nubile, le amiche della futura sposa usavano vestirsi con abiti simili a lei, in modo da depistare i malefici degli spiriti. La medesima usanza si ritrova anche nell’antica Roma. Ma fu durante il medioevo che questa figura ha avuto più forza e si è istituzionalizzata in tutta Europa, trasferendosi più tardi al continente americano con la scoperta dell’America, infatti, le damigelle adulte appartengono alla tradizione anglosassone, consolidate nell’800 e dove prendono il nome di Bridesmaids.MM (6)

Ma veniamo ad oggi, la Damigella D’Onore affianca la futura sposa in ogni singolo preparativo matrimoniale, la aiuta, la consiglia, la supporta nei momenti di maggiore tensione e stress. Partecipa alla scelta dell’abito ma non solo, la sua funzione di supporto si estende anche al giorno delle nozze. E’ lei che si occupa di aiutare la sposa a vestirsi, la segue durante la fase del trucco e dell’acconciatura, è lei che durante tutta la cerimonia ed il ricevimento, terrà come fosse uno scrigno preziosissimo, una piccola pochette col kit di emergenza e con tutto il necessario per far sì che il make up della sposa resista alle lacrime, agli auguri ed ai mille baci! Prima dell’ingresso della sposa per la cerimonia, dovrà occuparsi di sistemarle l’abito e il velo. Potremmo dire che l’amica o la parente da voi prescelta per rivestire questo ruolo, diverrà il vostro angelo custode sia prima che durante le vostre nozze e poi sino alla fine, ma proprio la fine, dei festeggiamenti …. Sarà infatti proprio in questo momento, che vi aiuterà a distribuire le bomboniere  a tutti gli invitati! Le Damigelle possono raggiungere il numero massimo di otto e vengono scelte dalla sposa tra tutte le amiche o parenti intime, ma in ogni caso la Damigella d’Onore è comunque una sola! Delle precise regole del galateo anglosassone disciplinano le modalità del loro ingresso per la cerimonia, se sono in numero pari procederanno per coppia, se sono in numero dispari una sola aprirà il corteo (quella d’Onore) e le altre procederanno in numero di due alla volta. Altro compito della Damigella D’Onore è quello di gestire le Damigelle più piccole ed i Paggetti. Affidate questo ruolo a bambini che già vi conoscono e con cui avete un rapporto di parentela o affetto, in modo che si sentano a loro agio e abbiano voglia di partecipare e di svolgere le mansioni che vorrete riservargli. MM (3)L’età ideale per ricoprire il ruolo di Damigellina o Flower Girl e Paggetto è compresa tra i 4 e i 10 anni, sconsiglio i più piccini perché si sa, i bambini sono piuttosto imprevedibili, soprattutto quando si trovano al centro dell’attenzione davanti a molte persone che non conoscono. Coinvolgeteli giorni prima della cerimonia, fategli vivere questo loro “compito” come un gioco divertente.  La loro funzione è prettamente estetica, ad eccezione che ad uno dei Paggetti o Damigelline perché è affidato l’importante compito di portare  il cuscinetto porta fedi, su cui sono appoggiati gli anelli nuziali. Infine, non meno importante, alle Damigella D’Onore spetta l’organizzazione dell’addio al nubilato (da omaggiare alla sposa in collaborazione con le altre damigelle!).  Per quanto riguarda  il look di solito è scelto dalla sposa stessa, proprio perché deve essere coordinato con il suo abito o con il tema delle nozze. Da galateo il costo degli abiti è sostenuto dalla famiglia della sposa ( e proprio grazie a questo che a loro non è necessario riservare un regalo più importante), la quale insieme alle damigelle adulte ed alle mamme dei paggetti e damigelline decideranno che tipo di abito dovranno indossare, il taglio, la lunghezza e in particolare gli accessori. Spesso, infatti, si opta per abiti dalle linee semplici, rigorosamente tutti dello stesso colore o nuance simili, puntando sugli accessori come: fascette, coroncine, spille, scarpe, cinture ecc. ecc., tutti abbinati perfettamente al mood dell’evento.

MM

La Testimone Di Nozze, “dalle nostre parti”, appare molto più discreta. La sua partecipazione emotiva, attiva e di supporto alla sposa, è innegabile, riveste un ruolo altrettanto importante rispetto a quello della Damigella D’Onore, ma questo avviene in modo più riservato e istituzionale. Inoltre non rientra nella nostra tradizione, che la Testimone, come invece fa la Damigella D’Onore, distribuisca i confetti e le bomboniere assieme agli sposi. Non è assolutamente concesso alla Testimone Di Nozze di aprire il corte nuziale  e non è tenuta ad occuparsi di Damigelline e Paggetti. Il suo ruolo è sì di partecipazione, ma la sua figura non appare così protagonista come quella della Damigella D’Onore. Il ruolo del Testimone di Nozze è importante e delicato: chi viene scelto deve essere orgoglioso dell’onore che riceve e dovrà assumersi l’impegno che non è unicamente quello formale, ma soprattutto la responsabilità di aiutare la coppia nella loro crescita e nella vita.

Per legge il Testimine è OBBLIGATORIO e ne basta uno solo a testa, ma non c’è un numero stabilito, in linea di massima saranno da due a quattro e non per forza dello stesso numero per parte.  Per tradizione, i Testimoni di Nozze dovranno fare alla coppia di sposi un regalo importante, distinguendosi così dagli altri invitati, come forma di ringraziamento dell’incarico che è stato loro assegnato. È usuale infatti, secondo il galateo del matrimonio, che uno dei testimoni regali alla coppia le Fedi, la cui scelta spetta comunque ai futuri sposi.

Per quanto riguarda il regalo da fare ai Testimoni, gli sposi si trovano spesso in difficoltà sapendo che un ruolo così importante deve essere coronato da un regalo altrettanto importante. In alcune regioni il regalo per i testimoni sarà una bomboniera analoga a quella che si è scelta per gli altri invitati, ma più grande e preziosa e verrà consegnata, in modo ufficiale, alla fine del ricevimento di nozze.

Se il testimone è donna e si vuole optare per un regalo più “moderno”, si potrebbe pensare ad un week end in un centro benessere o in una città d’arte. Se non si vuole osare, la scelta ricadrà invece sui classici gioielli tanto amati dalle donne, magari da personalizzare con il nome. In questo caso potrà essere consegnato qualche giorno prima e se la vostra Testimone avrà piacere (…e lo farà ve lo assicuro!!!) potrà indossarlo proprio il giorno delle nozze.

Se il testimone è uomo l’attenzione deve essere sempre incentrata sui suoi gusti. Se è uno sportivo, un’idea davvero divertente è quella di regalare un cofanetto all’interno del quale potrà scegliere uno dei molti sport proposti: dalla vela al paracadute, dal giro in mountain bike al rafting. Oppure si può optare per la tradizione e regalare un gioiello o un orologio (in questo caso anche a lui potrà essere consegnato qualche giorno prima) o anche un oggetto tecnologico.

Ovviamente una figura non esclude l’altra! Anzi spesso Testimone di Nozze e Damigelle sono amiche o parenti. In tal modo la Sposa potrà coinvolgere per il giorno delle sue nozze più persone a lei care assegnando ad ognuna un compito diverso!!!MM (5)

Buon lavoro!

Melania Millesi Wedding Planner

Leggi anche http://www.melaniamillesi.it/?p=1869 (Piccoli Cadeau de Mariage)

http://www.melaniamillesi.it/?p=1352 (Il Corteo Nuziale)

http://www.melaniamillesi.it/?p=805 (Manuale perfetto Testimone di Nozze)

Visita la mia pagina facebook  https://www.facebook.com/weddingepartyplanner/?ref=aymt_homepage_panel

 

READ MORE

Come organizzare La Festa Perfetta!

Organizzare una festa nasce dalla necessità o voglia di “festeggiare” qualcosa: una rimpatriata, un annuncio di fidanzamento, una festa di laurea, cresima, nozze, ecc. Questi sono solo alcuni esempi, ma se non c’è un motivo specifico, il party  può trasformarsi in una “festa a tema”!!!!

Ma cos’è una festa a tema? Si tratta di un party organizzato su un soggetto in particolare che influenza l’intera organizzazione dell’evento .

Che sia un compleanno per bimbi o un Party per adulti, per la realizzazione ci sono davvero tante idee da poter mettere in atto!!!

Ma da dove si inizia??!!

  1. Per prima cosa bisogna scegliere il TEMA e questo dipende dai gusti personali del/la festeggiata/o. Soprattutto se si tratta di un party per adulti  NON costringete nessuno a travestirsi o a dover acquistare oggetti appositamente per la serata. Cercate in tutti i modi di non mettere in imbarazzo gli invitati, quindi siate aperti, comunicate il tema e specificate che sarebbe gradito che ognuno segua il filone, ma che non è obbligatorio! Anzi sarebbe carino se all’arrivo dei vostri ospiti deste loro dei gadget a tema per rendere la festa ancora più allegra e coinvolgente. Così nessuno si sentirà “fuori tema”!!!
  2. MM-17Scegliere la location! Fate una stima degli invitati e valutate la scelta in base allo spazio e al budget. Scegliere un posto spazioso e “asettico” che vi lasci ampia libertà di movimento e che si presti ad essere allestito in base al tema della festa, oppure che sia in perfetta sintonia con il tema stesso.  Le feste in casa sono molto più belle quindi, se vi è possibile, spostate i mobili per fare un po’ di spazio e organizzate la festa direttamente a casa vostra, vi farà anche risparmiare (ma solo soldi e non di certo energie!!!), non dimenticate di provvedete a fornire posti a sedere per i vostri invitati, sedie e tavolini possono essere noleggiati, così come i pouf o le panchine se l’evento si svolge in giardino.
  3. Una volta individuata la location fissare la data. Se si tratta di un compleanno è bello festeggiare lo stesso giorno, ma fate attenzione con gli invitati impossibilitati. Considerate che il fine settimana è sempre più gradito. Cercate quindi si di soddisfare il vostro piacere, ma di andare incontro anche agli invitati, perché una festa senza di loro non sarà mai una festa!
  4. Subito dopo organizzate gli inviti e realizzateli rigorosamente a tema, del resto la festa “parte” proprio da qui!!!
  5. L'invitoAllestire la location in modo da realizzare un’ambientazione congruente con il tema della festa. Creare la giusta atmosfera con musica, luci e decorazioni. Tutto dipende da come immaginate la festa nella vostra mente.
  6. Riservare uno spazio per le foto,il Photo Booth ovviamente a tema, dove i vostri amici potranno scattare le istantanee della festa da conservare o pubblicare sui social.
  7. https://it.pinterest.com/melamille/In base alle conferme ricevute organizzate il catering o la spesa (nel caso in cui la location è casa propria) Ricordate che una festa in cui si mangia poco non sarà una festa ben criticata, quindi non esagerate, ma non lesinate. Assicuratevi di pensare a tutti i gusti dei vostri invitati e chiedete preventivamente se ci sono persone intolleranti al glutine (leggi anche http://www.melaniamillesi.it/?p=1313), o persone che seguono un’alimentazione vegetariana. Se vuoi che la tua festa a tema sia unica e reale al 100%, dovrai pensare di servire cibi e bevande associati al tema.  MM-21
  8. Importantissimo è evitare che ci siano “tempi morti”, offrite subito da bere e qualche stuzzichino agli invitati appena arrivano, associato ad un sottofondo musicale aiuterà la socializzazione e la conversazione!

Per una Festa di successo bisogna “semplicemente” considerare le esigenze degli invitati, fate mente locale e ricordate le loro abitudini, così da farli sentire a proprio agio per tutta la durata dell’evento!!

Per tutto il resto date libero sfogo alla fantasia e alla vostra creatività e voglia di stupire!!!

Una parentesi voglio aprirla per parlare della protagonista di tutte le feste, la Torta e per i compleanni anche le sue Candeline!!

Il rituale per festeggiare i compleanni, soprattutto quando i festeggiati sono under 18, è simile in tutto il mondo. In tantissime culture, infatti, a farla da protagonisti sono, oltre al festeggiato e ai suoi invitati, anche i regali, la torta e le candeline da spegnere.

Da cosa derivano queste tradizioni così consolidate e accettate nelle culture più disparate?

 LA TORTA: UNA DOLCEZZA DA CONDIVIDERE tra storia e tradizioni!

Secondo alcune fonti, i primi a festeggiare i compleanni con un piatto dolce furono i Persiani che esportarono la tradizione in Grecia dove l’usanza si fuse con i rituali in voga per celebrare il compleanno di Artemedide (dea della Luna) nel corso del quale i seguaci erano soliti preparare una grande torta di miele e farina e di illuminarla con una candela. La tradizione venne ripresa in seguito con lo scopo di tenere lontani con il fuoco gli spiriti maligni che in questo modo non rovinavano con la loro presenza la festa. A celebrazioni ultimate, le candele venivano spente con un soffio dal momento che non era più necessario scongiurare il pericolo di influenze negative.
In questo senso il rito è arrivato fino a noi che lo abbiamo trasformato nel momento centrale dei festeggiamenti aggiungendo la possibilità di esprimere un desiderio nella speranza che si avveri nel corso dell’anno (nuovo) che sta per iniziare. Lo spegnimento delle candeline è uno di quei rituali a cui tutti i bambini si sono sottoposti nel corso dei loro primi anni di vita e al quale, spesso, non si sottraggono neppure gli adulti, per lo meno quelli che non hanno problemi a dichiarare la loro età!
Il rito prevede che le candeline nel numero corrispondente all’età del festeggiato (più una in alcuni paesi, che simboleggia l’ingresso nel nuovo anno ed è, di solito, di colore verde) siano piazzate sulla torta e accese e mentre il bimbo le spegne esprimendo un desiderio (che si avvera solo se tutte le fiammelle si spengono nello stesso istante), gli amici intonano la canzone degli Auguri.
A ogni modo la torta rappresenta per antonomasia la trasformazione di numerosi ingredienti in un tutt’uno unitario da condividere con le persone care per un momento di piacere collettivo. Ecco, dunque, che la torta diventa una specie di simbolo e rappresenta il bisogno di soddisfare il proprio piacere personale (i dolci, infatti, sono spesso associati all’idea del piacere) dividendolo con altri.
Nessun piatto, quindi, sembra più indicato per festeggiare e gioire tutti insieme di una grande torta da tagliare e distribuire tra i presenti!Nautical Party

I REGALINI DI FINE FESTA

L’usanza di omaggiare gli invitati con un piccolo regalo è relativamente recente ed esprime il ringraziamento da parte del festeggiato verso coloro che sono intervenuti alla festa rendendo speciale il giorno del suo compleanno.
Che si tratti di un piccolo gioco, un libro, un sacchettino di biscotti, un biglietto, un disegno, è importante che sia a tema con la festa… Questa è un’usanza divertente che fa sicuramente piacere agli ospiti lasciando loro un presente in ricordo della giornata.
È importante, però, che il regalo sia davvero una piccola strenna e non una cosa eccessivamente costosa, per non mettere in imbarazzo chi magari ha donato al festeggiato un piccolo regalo!

MM-11

Se poi desiderate una festa studiata ad hoc per voi e i vostri ospiti ed in più volete godervi ogni istante della giornata e dei preparativi affidatevi ad un’esperta Party e Event Planner!!!

Melania Millesi Wedding e Party Planner

Leggi anche

“Lo Sweet Table” www.melaniamillesi.it/?p=2171

“La Torta” http://www.melaniamillesi.it/?p=1300

Pagina FB https://www.facebook.com/weddingepartyplanner?ref=aymt_homepage_panel

READ MORE

 

Recent Comments by Melania

    No comments by Melania